Leitmotiv

I filari di cipressi che collegano i poderi alla casa padronale o alla villa (in Toscana e non solo), il campanile della chiesa che assume un denso significato civico e perciò deve vedersi da lontano, l’immagine della città nobile e serena che deve imporsi allo […]

Leave a comment

Apparire e scomparire

Le cose sono là che navigano nella luce, escono dal vuoto per avere luogo ai nostri occhi. Noi siamo implicati nel loro apparire e scomparire, quasi che fossimo qui proprio per questo. Il mondo esterno ha bisogno che lo osserviamo e raccontiamo, per avere esistenza. […]

Leave a comment

Lost countryside

Il paesaggio è il grande malato d’Italia. Basta affacciarsi alla finestra: vedremo villette a schiera dove ieri c’erano dune, spiagge e pinete, vedremo mansarde malamente appollaiate su tetti un giorno armoniosi, su terrazzi già ariosi e fioriti. Vedremo boschi, prati e campagne arretrare ogni giorno […]

Leave a comment

Life

Lo so, la vita è tragica, la vita è stupida, però è bellissima, essendo inutile. Pensa a un’ immagine, a un soprammobile: pensare che la vita è una sciocchezza aiuta a vivere. Lo so la vita è tragica La vita è stupida però è bellissima […]

Leave a comment

Condensed World

“When he looks at an image, the viewer wants to make up a story.” (Bruce Gilden) “I think that the most important thing that photography can do is to relate both the photographer and the viewer’s memories.” (Daido Moriyama) My personal (kind of) tribute to […]

Leave a comment

Stranger

“Sono passato come uno straniero in mezzo a loro, ma nessuno ha capito che lo ero. Sono vissuto come una spia in mezzo a loro e nessuno, nemmeno io, ha sospettato che io lo fossi. Tutti mi credevano un parente: nessuno sapeva che ero stato […]

Leave a comment

Amusement

“Sfumata in un residuo di nebbia che non ce la faceva né a dissiparsi né a diventare pioggia, un po’ disfatta da un torpido scirocco più atmosfera che vento, assopita in un passato di grandezza e splendore e sicuramente anche d’immodestia confinante col peccato, la […]

Leave a comment

Chair

– Secondo me quella sedia lì va spostata. – Anche secondo me quella sedia lì va spostata. – Facile dirlo quando lo han detto gli altri. – Se è per questo sono anni che lo dico e nessuno mi ascolta. – Da un’approfondita analisi storica […]

Leave a comment

Appearance

“A volte immaginava che lo stabile fosse un iceberg con la parte visibile costituita dai piani e i sottotetti. Al di là del primo livello delle cantine sarebbero allora iniziate le masse sommerse: scale dai gradini sonori che scendessero girando su se stesse, lunghi corridoi […]

Leave a comment

Light blue(s)

“Salì i tre scalini del porticato ed entrò. Del sangue che gli galoppava nelle orecchie gli giungevano le parole della donna: prima una sala turchina, poi una galleria, una scala con tappeto. Al piano superiore, due porte. Nessuno nella prima camera, nessuno nella seconda. La […]

Leave a comment

On Writing

“Non so, forse è vero, devo essere una specie di macho approssimativo; in realtà non mi è mai sembrata una buona idea permettere alle donne di votare, fare gli stessi studi degli uomini, accedere alle stesse professioni, eccetera. Cioè, alla fine ci siamo abituati, ma […]

Leave a comment

Vita agra in bosco verticale

È aumentata la produzione lorda e netta, il reddito nazionale cumulativo e pro capite, l’occupazione assoluta e relativa, il numero delle auto in circolazione e degli elettrodomestici in funzione, la tariffa delle ragazze squillo, la paga oraria, il biglietto del tram e il totale dei […]

Leave a comment

Closed

Porte chiuse. Dietro, all’interno, c’è una scena immobile e congelata, fotografia vivente di una narrazione che non c’è più. Closed doors. Behind, inside, the scene is still and frozen, a living picture of a disappeared story. Diano d’Alba, Italy, March 2016

Leave a comment

Matera as Escher could see it

«Arrivai a Matera verso le undici del mattino. Avevo letto nella guida che è una città pittoresca, che merita di essere visitata, che c’è un museo di arte antica e delle curiose abitazioni trogloditiche [cioè scavate nella roccia]. […] Allontanatami un poco dalla stazione, arrivai […]

comment 1

Wine tasting

“Tutto, del vino, è sincero, delicato e, per ciò stesso, estremamente vulnerabile. Il vino buono non si difende mai. È come un’acqua di fonte purissima, che un nulla turba e guasta. Alla prima offesa, al più superficiale maltrattamento, cede e deperisce. Un’altra caratteristica del vino […]

Leave a comment

Pink Venice

“Venezia, come la sua borghesia, si ostenta e si maschera, è invadente e sfuggente, si mostra nel corpo e si cela nell’anima, si porge nella grandiosità della sua storia e nasconde l’attualità dei suoi infiniti problemi, ti offre una mano se la contempli e ti […]

comment 1

Refugee and borders

“The refugee should be considered for what he is, that is, nothing less than a border concept that radically calls into question the principles of the nation-state and, at the same time, helps clear the field for a no-longer-delayable renewal of categories” (G. Agamben) Venice, […]

Leave a comment

Wool on the Scottish beach

Rolling up wool into a ball on the white beach of Durness, in the extreme north of Scotland, seemed the right thing to do. Fare un gomitolo di lana sulla spiaggia bianca di Durness, nell’estremo nord della Scozia, sembrava la cosa giusta da fare. Scotland, […]

Leave a comment