All posts filed under “City

Leitmotiv

I filari di cipressi che collegano i poderi alla casa padronale o alla villa (in Toscana e non solo), il campanile della chiesa che assume un denso significato civico e perciò deve vedersi da lontano, l’immagine della città nobile e serena che deve imporsi allo […]

Leave a comment

Life

Lo so, la vita è tragica, la vita è stupida, però è bellissima, essendo inutile. Pensa a un’ immagine, a un soprammobile: pensare che la vita è una sciocchezza aiuta a vivere. Lo so la vita è tragica La vita è stupida però è bellissima […]

Leave a comment

Condensed World

“When he looks at an image, the viewer wants to make up a story.” (Bruce Gilden) “I think that the most important thing that photography can do is to relate both the photographer and the viewer’s memories.” (Daido Moriyama) My personal (kind of) tribute to […]

Leave a comment

Stranger

“Sono passato come uno straniero in mezzo a loro, ma nessuno ha capito che lo ero. Sono vissuto come una spia in mezzo a loro e nessuno, nemmeno io, ha sospettato che io lo fossi. Tutti mi credevano un parente: nessuno sapeva che ero stato […]

Leave a comment

Amusement

“Sfumata in un residuo di nebbia che non ce la faceva né a dissiparsi né a diventare pioggia, un po’ disfatta da un torpido scirocco più atmosfera che vento, assopita in un passato di grandezza e splendore e sicuramente anche d’immodestia confinante col peccato, la […]

Leave a comment

Chair

– Secondo me quella sedia lì va spostata. – Anche secondo me quella sedia lì va spostata. – Facile dirlo quando lo han detto gli altri. – Se è per questo sono anni che lo dico e nessuno mi ascolta. – Da un’approfondita analisi storica […]

Leave a comment

Appearance

“A volte immaginava che lo stabile fosse un iceberg con la parte visibile costituita dai piani e i sottotetti. Al di là del primo livello delle cantine sarebbero allora iniziate le masse sommerse: scale dai gradini sonori che scendessero girando su se stesse, lunghi corridoi […]

Leave a comment

Light blue(s)

“Salì i tre scalini del porticato ed entrò. Del sangue che gli galoppava nelle orecchie gli giungevano le parole della donna: prima una sala turchina, poi una galleria, una scala con tappeto. Al piano superiore, due porte. Nessuno nella prima camera, nessuno nella seconda. La […]

Leave a comment

On Writing

“Non so, forse è vero, devo essere una specie di macho approssimativo; in realtà non mi è mai sembrata una buona idea permettere alle donne di votare, fare gli stessi studi degli uomini, accedere alle stesse professioni, eccetera. Cioè, alla fine ci siamo abituati, ma […]

Leave a comment

Vita agra in bosco verticale

È aumentata la produzione lorda e netta, il reddito nazionale cumulativo e pro capite, l’occupazione assoluta e relativa, il numero delle auto in circolazione e degli elettrodomestici in funzione, la tariffa delle ragazze squillo, la paga oraria, il biglietto del tram e il totale dei […]

Leave a comment

Closed

Porte chiuse. Dietro, all’interno, c’è una scena immobile e congelata, fotografia vivente di una narrazione che non c’è più. Closed doors. Behind, inside, the scene is still and frozen, a living picture of a disappeared story. Diano d’Alba, Italy, March 2016

Leave a comment

Matera as Escher could see it

«Arrivai a Matera verso le undici del mattino. Avevo letto nella guida che è una città pittoresca, che merita di essere visitata, che c’è un museo di arte antica e delle curiose abitazioni trogloditiche [cioè scavate nella roccia]. […] Allontanatami un poco dalla stazione, arrivai […]

comment 1

Pink Venice

“Venezia, come la sua borghesia, si ostenta e si maschera, è invadente e sfuggente, si mostra nel corpo e si cela nell’anima, si porge nella grandiosità della sua storia e nasconde l’attualità dei suoi infiniti problemi, ti offre una mano se la contempli e ti […]

comment 1

Jumping in the past

Saltare nel passato. Un albero, un fiume, un’osteria. Un bicchiere di vino, qualcosa da mangiare, aria di mare poco lontano. Pochi colori, molti ricordi. Jumping in the past. A tree, a river, a bar. A glass of wine, something to eat, smell of the sea […]

Leave a comment

Seclusion in the crowd

Il tempio buddista di Sensoji è uno dei posti più frequentati di Tokyo, eppure basta un battimani e si resta isolati. The buddhist temple of Sensoji is one of the busiest spots in Tokyo. However, a double hand-clapping is enough for these people to feel alone. […]

Leave a comment

Yotsuya

Il quartiere di Yotsuya a Tokyo è pieno di vie laterali tranquille che nascondono locali economici e poco affollati o piccoli jazz club. A differenza del poco distante Shinjuku, qui ci si può rilassare! Yotsuya in Tokyo and its narrow streets, full of cheap and uncrowded bars or […]

Leave a comment

Portogruaro

Una sera gironzolando per Portogruaro, una cittadina a nord-est di Venezia, dopo un’ottima cena di pesce. Come al solito, non serve andare troppo lontani da casa per stupirci con belle immagini. Strolling around Portogruaro, a little town north-east of Venice, after an excellent fish dinner. As […]

Leave a comment

Skateboarding Barcelona

Cold, bright holiday Sunday in Barcelona. Few locals on the main streets, just tourists and hobos. After visiting World Press Photo 2014 Exhibition at CCCB, few blocks away there were these people on their skateboard, trying to enjoy the day by showing off their skills. […]

Leave a comment